MENU
Welcome

DREAMERS

Silvia

Novembre 2, 2017

Fotografia di ritratto a Mantova con Silvia

Allenare lo sguardo, imparare a guardare.

Da fotografa di matrimoni passo moltissimo tempo davanti allo schermo del mio computer. Postproduzione, selezione delle immagini, impaginazione…
Consegnare tutti i lavori dell’anno entro dicembre è una sfida a cui non so rinunciare ma significa vedere i giorni passare inesorabilmente. Dopo un po’ comincia a mancarmi il fatto di stare dietro alla macchina fotografica, l’azione pura dello scattare foto in libertà.

Soprattutto negli ultimi mesi ho cominciato a sentire la mancanza del cercare qualcosa di bello con gli occhi.
Nel corso delle scorse settimane ho realizzato che avevo bisogno di qualcosa di diverso per mantenere viva la mia ispirazione. Possibilmente senza accumulare centinaia di foto da elaborare poi al pc.

Così ho cominciato a scattare a pellicola.

Ho chiesto alla mia cara amica Silvia di posare per me per una sessione di fotografia di ritratto a Mantova ed è stata subito felice di partecipare.
Silvia è una bibliotecaria ed è il tipo di persona che ispira gli altri a dare sempre il meglio, ogni giorno.
Grazie a lei diversi anni fa ho scoperto il mondo degli albi illustrati che sono una delle mie fonti di ispirazione preferita.
Non avrei mai pensato che passare qualche ora nel bosco con lei mi avrebbe aiutata così tanto a staccare dalla mole di lavoro dell’ultimo periodo. E’ stato quasi terapeutico.

Scattare a pellicola significa prendersi del tempo e riflettere su ciò che si vuole realmente comunicare con una foto. 
Significa che bisogna fermarsi a respirare prima di ogni scatto. 
Significa rallentare.

Tutte cose di cui avevo disperatamente bisogno quel giorno. Dopo aver passato quelle ore a sperimentare e a divertirci mi sono sentita subito riconnessa con me stessa e la mia passione per la fotografia.

Mentre i miei rullini erano in viaggio verso il laboratorio l’aspettativa cresceva sempre di più e ho amato particolarmente quella sensazione di attesa. In un mondo di fotografie digitali dove possiamo vedere tutto e subito ho riscoperto il piacere dell’attesa.
Quando ho ricevuto le scansioni dalle fotografie sono rimasta senza parole. Sono rimasta folgorata dai colori e dal feeling degli scatti, non potevo immaginare che riflettessero così bene il mood della giornata.

Scattare fotografie a pellicola significa godersi il puro momento dello scatto, senza distrazioni. Nessuna frustrazione, nessuno stress. Solo fotografia pura.
La prima serie è scattata con la mia piccola Nikon F75 su Kodak Porta 400.
Tutte le foto sono state sviluppate da Carmencita Film Lab.

View More: http://giovannaaprili.pass.us/film View More: http://giovannaaprili.pass.us/film View More: http://giovannaaprili.pass.us/film italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400
Ho provato la mia nuova Yashica Mat con una pellicola in bianco e nero e la lomography red scale. Mi è piaciuto molto sperimentare con queste pellicole particolari.

italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400 italy-film-photographer-portra400

Commenti
Aggiungi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

CLOSE