| 

Fotografia di matrimonio: quando l’empatia puo’ fare la differenza

Quando si tratta di fotografia di matrimonio non è solo lo stile l’aspetto da considerare.
La scelta del fotografo è una decisione importante che influenzerà i ricordi che porterai con te per il resto della vita. Il matrimonio è infatti l’unico giorno in cui avrete accanto a voi tutte le persone importanti e saranno riunite nello stesso luogo, pronte a festeggiarvi. Le fotografie vi permetteranno di avere un ricordo prezioso per poi rivivere un giorno così a lungo programmato e atteso.

Oltre alla competenza tecnica e allo stile, c’è un elemento spesso sottovalutato ma altrettanto importante da valutare nella fotografia di matrimonio: l’empatia.
Personalmente per me è fondamentale entrare in empatia con le mie coppie per far vivere loro la migliore esperienza possibile quando scatto. Solo così i loro ricordi saranno autentici e li rispecchieranno a pieno.

Crea un legame significativo con chi ti fotografa

Il fotografo non è un fornitore come gli altri a cui hai scelto di affidare i vari aspetti del tuo matrimonio. Il fotografo è con voi durante tutta la giornata, dai preparativi alla festa. Hai pensato a che tipo di persona vorresti accanto durante momenti così delicati?
A questo si aggiunge il fatto che è normale sentirsi a disagio quando si viene fotografati. Vorrei farti riflettere sull’importanza di avere accanto una persona discreta e in grado di capire quando è necessario un aiuto o semplicemente fare un passo indietro e smettere di scattare. Quando scegli un fotografo per il tuo matrimonio, non stai semplicemente assumendo un professionista per catturare le immagini della giornata. Stai scegliendo qualcuno che sarà presente in uno dei momenti più intimi e significativi della tua vita. L’empatia è ciò che ti consente di creare un legame significativo con il tuo fotografo, permettendoti di sentirti a tuo agio in ogni momento, anche davanti alla macchina fotografica.

fotografia di matrimonio verona
Fotografia di matrimonio a Brescia: due sposi a palazzo vecchia

La base per costruire i tuoi ricordi autentici

Per ottenere ricordi autentici, dove in una fotografia di matrimonio vedete ‘voi’ e non solo due persone vestite bene e in pose statiche è necessario conoscersi, stabilire un rapporto di confidenza. Per me la vostra esperienza deve essere il centro del servizio fotografico. Un fotografo di matrimonio che si pone con empatia non si limita a scattare foto, ha bisogno di avvicinarsi a voi.
Questo avvicinarsi include, ad esempio, offrire supporto e consiglio anche durante l’organizzazione del matrimonio mettendo a vostro servizio la mia esperienza per aiutarvi. Non abbiate paura di confidarvi, sapere in anticipo se ci sono rapporti tesi o situazioni delicate nelle vostre famiglie mi aiuterà ad agire con delicatezza in tutte le situazioni.

L’atmosfera giusta parte dalla fiducia

Quando ti fidi di chi ti fotografa senza riserve e senza blocchi la tua tensione si abbassa. Ti faccio un esempio pratico: sul viso abbiamo moltissimi muscoli che spesso vengono contratti inconsciamente quando siamo tesi. Anche curando al meglio la luce e la composizione dello scatto se è presente questa tensione non ti riconoscerai in foto. E sarà difficile capire il perchè e finirà che tu e il tuo partner penserete di non essere fotogenici. In realtà il mio lavoro non parte dalla fotografia fine a se stessa ma dalla fiducia. Se dietro la macchina fotografica c’è qualcuno che vi fa sentire a vostro agio sarà più semplice rilassarsi e avere delle fotografie che davvero vi rispecchiano e che guarderete con piacere anche tra molti anni.

La fiducia si riflette nelle tue fotografie, trasmettendo una sensazione di autenticità e connessione con il tuo partner che è evidente a chiunque le guardi.

Esperienza memorabile=ricordi autentici

E’ un’equazione semplice anche se non così scontata: se state vivendo una bellissima esperienza avrete dei meravigliosi ricordi.
Le fotografie sono solo una conseguenza. Il mio scopo è farvi dimenticare la macchina fotografica e creare una ‘bolla’ di intimità tra di voi che vi permetta di assaporare il momento. Certo, ci sarà il momento in cui interverrò dandovi piccole indicazioni per valorizzarvi al meglio ma anche queste indicazioni avranno comunque lo scopo di farvi stare a vostro agio. Ascoltandovi e osservandovi capisco se avete bisogno di essere diretti o se avete bisogno di spazio, in quel caso mi allontano. Scegliere un fotografo empatico significa proprio questo, sarete trattati sempre con cura e attenzione al vostro stato d’animo.

La persona giusta per voi

Lo dico spesso: non esiste il fotografo giusto per tutti, esiste il fotografo giusto per voi.
E anch’io lo sento quando arrivano le coppie giuste per me, sono persone con cui sento di avere grande sintonia e so di poter fare un lavoro straordinario potendomi esprimere al massimo. Per me è fondamentale la vostra fiducia assicurandomi di dare tutta l’attenzione alla vostra storia e a voi.
Poi le foto, lo stile, i colori, le inquadrature. Ma prima deve esserci connessione emotiva.

Nel mondo della fotografia di matrimonio, l’empatia è una qualità che può fare davvero la differenza. Quando scegli il tuo fotografo non trascurare l’importanza di trovare qualcuno che non solo sia tecnicamente competente, ma anche empatico e in sintonia con te e con la tua visione del giorno speciale.
Con il giusto fotografo al tuo fianco, potrai vivere il tuo matrimonio con serenità e la certezza che i tuoi ricordi saranno catturati con amore e autenticità.

Se pensi che potremmo creare qualcosa di bello insieme ti aspetto qui, raccontami tutti i dettagli del tuo matrimonio, oppure esplora il mio portfolio.

Articoli simili